La Tomba del Faggeto

La Tomba del Faggeto

Tracce del passato nascoste tra i colli del perugino
DOMENICA 24 marzo 2019

Prezzo a persona 10€
Prenotazione obbligatoria telefonando entro il giorno precedente.
Informazioni e prenotazioni: G.A.E. Valerio Chiaraluce
Tel. – 328 0810989, Email – [email protected]


– TIPOLOGIA: anello (strada sterrata, sentiero)
– DIFFICOLTÀ: E (escursionistico)
– DISLIVELLO IN SALITA: m 300
– DISLIVELLO IN DISCESA: m 300
– PERCORRENZA: 7,5 km
– TEMPO PREVISTO: 5h
– MATERIALE: ABBIGLIAMENTO COMODO E ADEGUATO ALLA STAGIONE (pantaloni lunghi e giacca a vento), SCARPE COMODE (consigliati scarponcini da trekking), ACQUA, TORCIA ELETTRICA, PRANZO AL SACCO. CONSIGLIATI ANCHE MACCHINA FOTOGRAFICA, BINOCOLO e BASTONCINI DA PASSEGGIO.

  • 9:00 – Ritrovo dei partecipanti presso il bar “La Botteghina” a San Giovanni del Pantano, frazione di Perugia (dal raccordo Perugia-Magione si lascia la superstrada all’uscita di Mantigana. Si prosegue sulla strada principale in direzione Pierantonio per 13 km, per poi prendere un bivio a sinistra seguendo l’indicazione per San Giovanni del Pantano. Il punto di incontro è il bar situato a destra 150 m dopo il bivio)
  • 9:30 – Breve spostamento in auto e inizio dell’escursione.

Una passeggiata nei colli del perugino con una splendida vista del Monte Tezio e del Monte Acuto. Percorreremo stradine dimenticate tra i boschi sino a raggiungere la suggestiva tomba estrusca “del Faggeto”, dotata di una porta in pietra che ruota sui propri cardini. Lungo il percorso avremo modo di visitare gli imponenti ruderi della Torre Gualterotta, una delle fortificazioni del territorio Perugino. Ammireremo anche il massiccio castello del Bisciaro, appartenuto alla famiglia perugina dei Vermiglioli, il cui nome ha ispirato in passato sinistre leggende.

  • 14:00 – Ritorno alle auto e fine dell’escursione.

Scarica il programma dell’escursione in formato PDF

ESCURSIONE “Dal Subasio a Spello lungo l’acquedotto romano”

Dal Subasio a Spello lungo l’acquedotto romano
Sulle pendici del monte Subasio, un eremo, un castello e tanti ulivi
DOMENICA 7 aprile 2019

Prezzo a persona 10€ (la cifra non comprende l’offerta per la visita all’eremo).
Prenotazione obbligatoria telefonando entro il giorno precedente.
Informazioni e prenotazioni: G.A.E. Valerio Chiaraluce
Tel. – 328 0810989, Email – [email protected]


– TIPOLOGIA: traversata (strada sterrata, sentiero, prato)
– DIFFICOLTÀ: E (escursionistico)
– DISLIVELLO IN SALITA: m 50
– DISLIVELLO IN DISCESA: m 650
– PERCORRENZA: 9 km
– TEMPO PREVISTO: 5/6h
– MATERIALE: ABBIGLIAMENTO COMODO E ADEGUATO ALLA STAGIONE (pantaloni lunghi e giacca a vento), SCARPE COMODE (consigliati scarponcini da trekking), ACQUA, PRANZO AL SACCO, CONSIGLIATI ANCHE MACCHINA FOTOGRAFICA, BINOCOLO e BASTONCINI DA PASSEGGIO.

  • 9:00 – Ritrovo dei partecipanti a Spello presso il parcheggio gratuito di Viale della Liberazione (uscire dalla SS75 Centrale Umbra allo svincolo di Spello e alle tre rotonde successive seguire le indicazioni per il centro città. Arrivati di fronte al “Portonaccio” prendere a destra via Paolina Schicchi Fagotti che dopo poco diventa viale della Liberazione. Il parcheggio è l’ampio piazzale brecciato sulla sinistra) e trasferimento in auto all’eremo di S. Silvestro di Collepino.
  • 9:30 – Inizio dell’escursione.

Facile percorso, tutto in discesa, che inizia dall’eremo benedettino di S. Silvestro, con la sua cripta sotterranea e la fontana capace di far tornare il latte alle partorienti. Visiteremo il suggestivo borgo di Collepino, chiuso nelle sue mura, per poi raggiungere la fonte Canale da cui ha inizio l’acquedotto che per due millenni ha rifornito d’acqua la città di Spello. Seguendo tra gli uliveti il percorso dell’antico cunicolo recentemente recuperato, arriveremo infine al centro storico di Spello.

  • 15:00 – Ritorno al parcheggio di viale della Liberazione, fine dell’escursione e recupero auto navetta.

Scarica il programma dell’escursione in formato PDF

La solfarola e la via Amerina

La solfarola e la via Amerina

Lungo l’antica via romana, in cerca del profondo respiro della terra
DOMENICA 17 maggio 2019

Prezzo a persona 10€
Prenotazione obbligatoria telefonando entro il giorno precedente.
Informazioni e prenotazioni: G.A.E. Valerio Chiaraluce
Tel. – 328 0810989, Email – [email protected]


– TIPOLOGIA: anello (strada asfaltata, strada sterrata, sentiero)
– DIFFICOLTÀ: E (escursionistico)
– DISLIVELLO IN SALITA: m 300
– DISLIVELLO IN DISCESA: m 300
– PERCORRENZA: 9 km
– TEMPO PREVISTO: 5h
– MATERIALE: ABBIGLIAMENTO COMODO E ADEGUATO ALLA STAGIONE (pantaloni lunghi e giacca a vento), SCARPE COMODE (consigliati scarponcini da trekking), ACQUA, TORCIA ELETTRICA, PRANZO AL SACCO. CONSIGLIATI ANCHE MACCHINA FOTOGRAFICA, BINOCOLO e BASTONCINI DA PASSEGGIO.

  • 9:00 – Ritrovo dei partecipanti presso il castello di Montenero frazione di Todi (a Todi prendere via delle Piagge, di fronte alla porta Amerina. Proseguire seguendo la SP379 superando prima l’abitato di Pontenaia e poi il borgo di Vasciano. Dopo 8 km si incontra sulla sinistra il bivio per Montenero che in breve conduce al castello).
  • 9:30 – Inizio dell’escursione.

Attraverseremo i campi coltivati e i boschi della valle del torrente Naia, nelle terre che furono degli Accursi e poi di Angelo Cortesi. Il testo di un erudito del 1600 ci guiderà su stradine poco conosciute alla ricerca dei luoghi dove la terra emana il suo profondo respiro dalle solfarole. Questi fenomeni di vulcanismo minore da un lato sono stati associati a sinistre leggende, ma dall’altro sono stati utilizzati dalla gente di campagna per curare le malattie della pelle degli animali. Svalicato nella valle del torrente Arnata seguiremo un tratto dell’antica via Amerina sino al suggestivo Ponte medievale di Pesciano, recentemente restaurato. Infine attraverso la pineta torneremo al castello di Montenero.

  • 14:00 – Ritorno a Montenero e fine dell’escursione.

Scarica il programma dell’escursione in formato PDF