ESCURSIONE “Alle sorgenti del Chienti (Colfiorito – Serravalle)”

Alle sorgenti del Chienti (Colfiorito – Serravalle)
Attraversando gli altipiani dalla palude degli antichi Plestini alla “Botte di Varano”
DOMENICA 6 maggio 2018

Prezzo a persona 10€ (la cifra non comprende il biglietto di 5€ per la visita a S. Maria di Pistia, Botte di Varano e MUPA).
Prenotazione obbligatoria telefonando entro il giorno precedente.
Informazioni e prenotazioni: G.A.E. Valerio Chiaraluce
Tel. – 328 0810989, Email – [email protected]


– TIPOLOGIA: traversata (strada asfaltata, strada sterrata, sentiero)
– DIFFICOLTÀ: T (turistico)
– DISLIVELLO IN SALITA: m 200
– DISLIVELLO IN DISCESA: m 300
– PERCORRENZA: 9 km
– TEMPO PREVISTO: 4/5h
– MATERIALE: ABBIGLIAMENTO COMODO E ADEGUATO ALLA STAGIONE (pantaloni lunghi e giacca a vento), SCARPE COMODE (consigliati scarponcini da trekking), ACQUA, TORCIA ELETTRICA, PRANZO AL SACCO. CONSIGLIATI ANCHE MACCHINA FOTOGRAFICA, BINOCOLO e BASTONCINI DA PASSEGGIO.

  • 9:00 – Ritrovo dei partecipanti presso Santa Maria di Pistia (Prendere la nuova superstrada Foligno – Civitanova e uscire allo svincolo di Colfiorito. Raggiunta la rotonda prendere la prima uscita e procedere sul rettilineo sino alla chiesa) e trasferimento delle auto da utilizzare come navetta alla fine del percorso.
  • 9:30 – Inizio dell’escursione.

Il percorso si snoda attraverso l’altopiano di Colfiorito, toccando l’area archeologica dell’antica città di Plestia, sulle cui rovine nel medioevo è sorta la basilica di Santa Maria di Pistia. Attraverseremo “Botte” sotterranea realizzata nel 1458 da Giulio Cesare Varano per drenare l’acqua dell’altopiano in sostituzione di un cunicolo di epoca romana i cui resti sono stati rinvenuti soltanto alla fine degli anni ’90. La visita si concluderà al MUseo Paleontologico Archeologico di Serravalle di Chienti.

  • 14:00 – Arrivo a Serravalle di Chienti dove sono posteggiate le auto navetta. Ritorno a Santa Maria di Pistia e fine dell’escursione.

Scarica il programma dell’escursione in formato PDF

ESCURSIONE “I segreti del fiume Corno (Norcia)”

I segreti del fiume Corno (Norcia)
Alla ricerca della difficile strada per Norcia nella Stretta di Biselli
DOMENICA 15 aprile 2018

Prezzo a persona 10€.
Prenotazione obbligatoria telefonando entro il giorno precedente.
Informazioni e prenotazioni: G.A.E. Valerio Chiaraluce
Tel. – 328 0810989, Email – [email protected]

– TIPOLOGIA: traversata (strada asfaltata, strada sterrata, sentiero)
– DIFFICOLTÀ: E (escursionistico)
– DISLIVELLO IN SALITA: m 350
– DISLIVELLO IN DISCESA: m 350
– PERCORRENZA: 7 km
– TEMPO PREVISTO: 4/5h
– MATERIALE: ABBIGLIAMENTO COMODO E ADEGUATO ALLA STAGIONE (pantaloni lunghi e giacca a vento), SCARPE COMODE (consigliati scarponcini da trekking), PRANZO AL SACCO, ACQUA, TORCIA ELETTRICA, CONSIGLIATI ANCHE MACCHINA FOTOGRAFICA, BINOCOLO e BASTONCINI DA PASSEGGIO.

  • 9:00 – Ritrovo dei partecipanti presso il paese di Serravalle di Norcia (Risalire la SS685 – Tre Valli Umbre lungo la Valnerina e poi la valle del Corno in direzione di Norcia. Serravalle si trova lungo la strada 6km prima di Norcia. Parcheggiare nel parcheggio di fronte al ristorante “Da Pietro”) e trasferimento delle auto da utilizzare come navetta alla fine del percorso.
  • 9:30 – Inizio dell’escursione.

Nei secoli passati l’isolamento di Norcia era quasi proverbiale. La strada più comoda giungeva in città dalla valle Castoriana ma era lunga e tortuosa. Per accorciare era possibile affrontare le gole del Corno dove la strada diveniva un sentiero tagliato nella roccia che superava prima le balze rocciose di Triponzo e poi la famigerata stretta di Biselli, dove il fiume scorre tra alte pareti verticali. In questo luogo, escluso dalla moderna viabilità, si sono stratificate le tracce degli interventi realizzati per rendere le gole transitabili: ponti, tagliate e gallerie.

Scarica il programma dell’escursione in formato PDF

ESCURSIONE “Prodo e le gole del Fosso Campione (Orvieto)”

Prodo e le gole del Fosso Campione (Orvieto)
Un castello da favola sopra il più stretto dei canyon

DOMENICA 30 aprile 2017

Prezzo a persona 7€
Prenotazione obbligatoria telefonando entro il giorno precedente.
Informazioni e prenotazioni: G.A.E. Valerio Chiaraluce
Tel. – 328 0810989, Email – [email protected]

 

– TIPOLOGIA: anello (strada asfaltata, strada sterrata, sentiero)
– DIFFICOLTÀ: E (escursionistico)
– DISLIVELLO IN SALITA: m 400
– DISLIVELLO IN DISCESA: m 400
– PERCORRENZA: 6 km
– TEMPO PREVISTO: 4/5h
– MATERIALE: ABBIGLIAMENTO COMODO E ADEGUATO ALLA STAGIONE (pantaloni lunghi e giacca a vento), SCARPE COMODE (consigliati scarponcini da trekking), ACQUA, CONSIGLIATI ANCHE MACCHINA FOTOGRAFICA, BINOCOLO e BASTONCINI DA PASSEGGIO. Chi volesse tuffarsi nelle pozze dovrà dotarsi di costume da bagno, asciugamano e possibilmente sandali o scarpe da scoglio.

  • 9:00 – Ritrovo dei partecipanti presso la piazza di Prodo (Dall’uscita dell’E45 Todi-Orvieto proseguire in direzione Orvieto per 5 km. Superato il bivio sulla sinistra per Pontecuti, che non va preso, si gira a destra seguendo le indicazioni per Quadro, Titignano e Prodo (strada vecchia per Orvieto). Superato l’abitato di Quadro, si continua sempre in direzione Orvieto ignorando i bivi sulla sinistra per Casemasce e Titignano sino al castello di Prodo).
  • 9:30 – Inizio dell’escursione.

Il tracciato si svolge tutto attorno ad uno dei canyon più belli d’Italia, il fosso Campione o torrente di Prodo, verso il quale quale ci affacceremo con suggestivi scorci panoramici, poiché può essere disceso soltanto con l’utilizzo di muta e corde. Percorreremo antichi sentieri realizzati dai carbonai per raggiungere anche gli angoli del bosco più nascosti ed inaccessibili guadagnando infine l’uscita della gola dove potremmo rinfrescarci nelle pozze cristalline scavate dall’acqua nella roccia della montagna. Infine, attraversando i terreni che furono dei Marchesi Misciattelli, raggiungeremo i ruderi di Castel di Ripe, da dove si gode di una vista mozzafiato sul castello di Prodo.

  • 14:00 / 15:00 – Ritorno a Prodo e fine dell’escursione.

Scarica il programma dell’escursione in formato PDF